© 2019 by Milena Edizioni.

Officina Milena è un marchio di Milena Edizioni di Casciello Moreno

Partita IVA: IT03855640615

Come un fior di fragola ad agosto

di Emilia Galeone

Edoardo ha diciassette anni quando vede per la prima volta Luigi. Ha molte paure, ma si affida a lui per affrontarle. In un rapporto che non sa definire, fatto di lunghe assenze e domande senza risposte, Edoardo riesce però a prendere consapevolezza di sé. Luigi, infatti, è uno spirito libero con un bagaglio di esperienze molto più ampio. Odia la monotonia e non si preoccupa di sperperare i soldi dei genitori. Tutto tranne che una persona affidabile, quindi. Eppure Edoardo lo vede come un esempio da imitare e dal quale cercare le risposte alle domande che gli frullano per la testa. Una storia che parla di prime volte, che si affaccia alla realtà lgbt+.

ISBN: 9788832101010

Pagine: 66

Prezzo: 6€

Emilia Galeone

Emilia Galeone è nata

il 13 Agosto 2001 a Maddaloni,

in provincia di Caserta.

Come un fior di fragola ad Agosto è la sua prima pubblicazione dopo un inizio

su Wattpad, su cui è conosciuta

come Emiliamlml e pubblica

dall’ottobre del 2015.

Fa parte del gruppo giovani di

Rain Arcigay Caserta Onlus.

:

Intervista all'autrice

Ciao Emilia, grazie per aver partecipato a quest’iniziativa di Officina Milena! Iniziamo subito con le domande, dunque: tu sei giovanissima e hai già una penna particolarmente sagace. Ci parli di come ti sei avvicinata al mondo della scrittura? 

 

Ciao! Parto dal fatto che ho sempre letto molto, mi sono avvicinata alla lettura da piccola e non me ne sono più allontanata. Ai tempi non sapevo moltissimo di libri; non sapevo che ci fossero generi precisi, raccolte o collane, quindi ho cominciato a scrivere quello che mi sarebbe piaciuto leggere. Si direbbe quasi ‘a caso’, io preferisco dire ‘di cuore’. 

 

Come un fior di fragola ad agosto è una storia che parla di auto-accettazione. Edoardo, giovane diciassettenne, conosce Luigi e tramite lui abbraccia pienamente, per la prima volta, quella che è la sua sessualità. Quanto credi sia difficile, oggi, guardarsi allo specchio e riconoscere i propri desideri e le proprie inclinazioni? 

 

Che domandona! Credo che dipenda da persona a persona. Nel 2019 è di certo più semplice dare nomi alle proprie sensazioni, ma non è sempre tutto rosa e fiori. Mi auguro che, con il passare degli anni – non troppi, però! − diventi sempre più facile prendere consapevolezza di sé.

 

Perché credi che sia necessaria una letteratura LGBT?

 

Necessaria, non fondamentale. 
Credo sia giusto che esista come è giusto che esistano tutti gli altri tipi di letteratura ma, allo stesso tempo, spero un giorno di non averne più bisogno. 

Le persone che fanno parte della comunità LGBT, oltre al proprio orientamento sessuale hanno caratteri, interessi, sogni e modi di essere, così anche i libri. La tematica omosessuale può essere presente in una storia d’amore, in un giallo o in un romanzo d’avventura. LGBT è una componente ma non può essere solo quello. A meno che la trama non sia incentrata completamente sul fattore ‘omosessualità’, mi piacerebbe scoprire di cosa parla un libro dalla quarta di copertina. In questo modo, magari, si riuscirebbe a rendere l’omosessualità qualcosa di quotidiano. 
Mi sentirei molto più a mio agio leggendo una quarta che parla di Marco, che studia per diventare dentista e vive in un piccolo appartamento con il suo fidanzato, piuttosto che capire che il libro è in centrato su Marco, ragazzo gay che convive con il fidanzato gay mentre studia per diventare dentista.

 

Edoardo deve ancora conoscere e comprendere se stesso, mentre Luigi è uno spirito libero. Se è vero che ogni personaggio conserva in sé un pezzetto della personalità di chi l’ha creato, quale tratto di Luigi ti rappresenta di più?

 

Probabilmente la sua voglia di partire e di riscoprirsi, ogni volta come nuovo, attraverso gli occhi delle persone che incontra lungo il viaggio. In questo caso, attraverso gli occhi di Edoardo. 

Video da presentazioni