© 2019 by Milena Edizioni.

Officina Milena è un marchio di Milena Edizioni di Casciello Moreno

Partita IVA: IT03855640615

Era nata con un fiore in bocca

di Alessia Coppola

“Era nata con un fiore in bocca” è la prima silloge poetica di Alessia Coppola, una penna che ha la trasparenza e la generosità del mare nel raccontarsi seguendo il ritmo delle onde del cuore, verso dopo verso.

 

A spiccare nella raccolta sono le poesie d’amore, che instaurano un contatto diretto, intimo, con l’amato, facendone porto sicuro e Itaca da ritrovare, Odisseo da attendere per rivivere il tenero incanto dell’unione. Altre volte l’amore è invece ciò che è stato sottratto all’io lirico, che tramite l’incantesimo dell’inchiostro sulla carta cerca di riappropriarsene, consapevole della sua vocazione artistica e della diversità che questa gli impone (“i poeti non hanno vita facile,/ poiché la gravità li ancora al cemento,/ sebbene abbiano il cuore per aria/ e come gli uccelli/ sfidino il vento”).

Così, attraverso notti solitarie, i profili delle guglie del Duomo di Milano, podi di cartone, “cieli trapuntati di stelle e oceani di malinconia”, questa anima si confessa con passione al foglio bianco, rivelando un profondo desiderio di tenerezza e protezione nell’architettura delle sue parole. Questo, però, senza mai pretendere, ma facendosi anzi esempio di quell’amore tanto sperato: un sentimento che, come il mare, non smette di accogliere, aspettare, cullare tra le sue infinite onde.

ISBN: 9788832101201

Pagine: 174

Prezzo: 14,90€

Alcune brevi poesie della silloge

Per tenerti con me

Ho scritto di te
per tenerti con me,
colmando tempo e distanze stringendo la carta al petto. 

Ah, quante macchie d’inchiostro sul cuore.

Il giunco

Sei quel giunco

che fragile

freme nel fiume.

Eppure

quanto è forte

il tuo resistere alla corrente.

Trasmutazione

Quanto veleno beve il cuore

prima di mutare in inchiostro

le parole.

L'autrice Alessia Coppola

Alessia Coppola è un’autrice, blogger e illustratrice pugliese. Artista poliedrica, ha all’attivo numerose pubblicazioni che spaziano dalla narrativa per l’infanzia, al fantasy e alla narrativa contemporanea. Il profumo del mosto e dei ricordi è il  primo romanzo pubblicato dalla Newton Compton Editori, per il quale ha ricevuto il Premio eno-letterario Vermentino.

Intervista all'autrice Alessia Coppola

Come è nata in te l’esigenza di esprimerti attraverso la poesia?

 

È stato spontaneo, da quando ricordo di saper scrivere. La poesia è stata la prima forma di scrittura che ho conosciuto e che non mi ha mai abbandonata, nonostante abbia scelto altri generi narrativi.

 

Definisci il poeta “un vagabondo sotto ponti di inchiostro”. Spesso nella silloge parli della tua vocazione artistica. Cosa credi ti abbia donato, nel bene e nel male?

 

L'arte mi ha donato la libertà. Mi ha donato uno sguardo più attento sul mondo, mi ha offerto un posto migliore in cui restare.

 

L’amore, grande tema di questa raccolta. Ce ne parli con passione, rabbia, tenerezza. A quale verso ti senti più vicina in questo momento?

 

Mi riconosco con il titolo dell'opera "Era nata con un fiore in bocca". In realtà parlo di me, del mio amore per la poesia, che porto con me come un fiore.

 

Uno dei simboli pregnanti della tua poetica è il mare. Cosa ti affascina di questo elemento?

 

Il mare è il mio inchiostro, è il luogo che mi ha sempre cullato da bambina, essendo nata e cresciuta in una città sull'acqua. Credo sia la fonte primaria della mia ispirazione, perché è indomito eppure docile, profondo e oscuro, così trasparente.

 

Qual è l’augurio che faresti a quelle donne che hanno bisogno di riscoprire la loro forza, che con fervore celebri in questa raccolta? Cosa vorresti dire a “quelle come te”?

 

A quelle come me auguro di risollevarsi sempre, di avere coraggio, di essere se stesse. Di essere libere. Di rispettarsi, di amarsi.