© 2019 by Milena Edizioni.

Officina Milena è un marchio di Milena Edizioni di Casciello Moreno

Partita IVA: IT03855640615

PROBATIO DIABOLICA

"Probatio diabolica" si apre nel più paradossale dei modi. L'avvocato Lucio Cotta riceve nel suo studio un'agitatissima cliente, una sensitiva di nome Velia Tarquini che confessa l'omicidio del marito. Salvo precisare che il crimine è avvenuto in sogno e che l'assassina non era neanche lei, ma un suo clone. E, ciò nonostante, insiste nella sua richiesta di essere difesa. La vicenda, sorretta da un registro marcatamente comico, è ambientata nella città di Roma ai giorni nostri e contestualmente al tempo di Cicerone. Alternandosi tra le due epoche, le indagini dell'avvocato Cotta sveleranno un mondo popolato di maghi ciarlatani, di tarocchi e di improbabili trasmissioni radiofoniche ("Abracaradio"). Eppure, in questo universo di illusioni, in cui niente è come appare e nessuno è chi dice di essere, si sente tutto il sapore dell'autentica Commedia Umana.

 

LA COLPA DEL GRECO

L'ex pugile greco Zenone Ninolakis viene condannato all'ergastolo per l'omicidio di una prostituta spagnola. L'avvocato Lucio Cotta, nonostante il suo assistito abbia mentito spudoratamente nel corso del processo e le prove siano tutte contro di lui, non si dà pace. A turbarlo è la perfezione della prova che ha inchiodato l'imputato. Zenone è un colpevole perfetto. Perfetto per chi? In questo nuovo casus dell'avvocato Cotta, ambientato come Probatio Diabolica a Roma lungo un doppio binario temporale (1995 e anno 50 a.C.), ritornano l'umorismo e il mistero, i colpi di scena e l'amore per il mondo classico e le lezioni di Cicerone. E se, come viene detto nel De oratore, "la luce delle parole non appare se non sono collocate al posto giusto", ecco che Lucio Cotta, per trovare la verità, dovrà prima trovare il giusto ordine delle parole (ordo verborum) e capire se la colpa del greco è quella di essere un perfetto colpevole o un colpevole perfetto, un omicida o un mentitore. Insomma, come nel miglior giallo che si rispetti, abbiamo mille interrogativi per un'unica grande domanda: chi è l'assassino?

 

IL TREDICESIMO GIORNO

La vera storia degli ultimi giorni di vita a Palermo di Joe Petrosino si intreccia con quella immaginaria di un giovanissimo cameriere, impiegato nel bar-ristorante di piazza Marina dove il poliziotto italoamericano cenava abitualmente. La sera del 12 marzo 1909, il ragazzo assiste all'agguato di cui Petrosino è vittima. Da quel momento la sua esistenza cambia per sempre, e il suo animo è diviso tra la volontà di fare luce sul delitto, la paura di diventare una nuova vittima della "Mano Nera", l'ossessione che si trasforma in rabbia e l'aspirazione a diventare un tutore della legge. Le vicissitudini che segnano la vita del giovane scoprono inoltre uno spaccato sociale della Palermo dei primi del Novecento, tra degrado, fermento politico (si era in periodo di elezioni) e piccoli episodi, anche comici e grotteschi, di omertà quotidiana.

3 romanzi gialli

€ 32,00 Prezzo regolare
€ 20,00Prezzo in saldo